Biotecnologia: nuovi amminoacidi sintetici per creare gli OGM

batterio-158245

I ricercatori dell’università di Yale hanno geneticamente modificato il DNA di un ceppo di batteri, in modo da creare la necessità di un particolare amminoacido sintetico, non presente in natura, per attivare i geni essenziali per la crescita. Gli amminoacidi sono i mattoni costituenti le proteine, i metaboliti che svolgono tutte le attività vitali per un organismo. Con la scoperta dei ricercatori di Yale, si è riusciti ad introdurre un bio-contaminento che risolverebbe il problema più grande sella biotecnologia.

“Questo è un miglioramento significativo rispetto agli approcci di bio-contenimento esistenti per gli organismi geneticamente modificati. Questo lavoro stabilisce garanzie importanti per gli organismi in ambienti agricoli, e più in generale, per il loro uso in bio risanamento ambientale e nelle terapie mediche.”

Queste la parole di Farren Isaacs, professore assistente presso il Dipartimento di sviluppo di Biologia Molecolare e Cellulare dell’Istituto System Biology a West Campus. Grazie alla collaborazione con i colleghi Jesse Rinehart e Alexis Rovner, è riuscito nell’intento di modificare questi geni con un nuovo codice genetico (Gros). Il nuovo codice ha permesso al team di collegare la crescita dei batteri ad amminoacidi sintetici che non si trovano in natura, stabilendo così un arma di difesa per limitare la diffusione ella sopravvivenza di organismi in ambienti naturali.

In un secondo studio Isaacs, Ryan Gallagher e Jaymin Patel hanno ideato una strategia per limitare la crescita degli OGM in ambienti che contengono un diverse insieme di molecole di sintesi. Questi OGM sicuri miglioreranno l’efficienza degli organismi ingegnerizzati, che oggi vengono utilizzati in sistemi chiusi, come la produzione di farmaci, combustibili e nuove sostanze chimiche. Le preoccupazione circa l’uso di OGM in ambienti aperti ne ha, tuttavia limitato l’adozione in altri settori.

Secondo i ricercatori di Yale il nuovo codice da loro introdotto, comprendo una coppia di amminoacidi che permetterà di creare OGM più sicuri per l’ambiente aperto, tra cui vi è il miglioramento delle produzione alimentare e microrganismi specializzati in ripulire le fuoriuscite di petrolio e discariche.

“Come la biologia sintetica porta alla nascita di OGM più sofisticati per affrontare queste grandi sfide, dobbiamo assumere un ruolo pro attivo nella creazione di soluzioni sicure ed efficaci per la biotecnologia, simili a quelle che hanno lavorato per garantire Internet nel 1990”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...