I telomeri dei cromosomi possono dirci quando moriremo?

150206125342-large

Jonathan Alder, biologo della BYU, è a conoscenza di un segreto che coinvolge l’intera popolazione mondiale: sa quando la maggior parte di noi morirà. Ora che ho catturato la vostra attenzione, posso parlarvi della scoperta sensazionale e un po’ macabra del biologo della BYU. Grazie alla sua ricerca sui piccoli orologi biologici collegati ai nostri cromosomi, ha individuato che i cosiddetti tappi del DNA, chiamati telomeri, sono i grado di predire le nostre aspettative di vita: più corti sono i vostri telomeri, più breve sarà la vostra vita.

Ma non è l’unica cosa che questi affascinanti filamenti di DNA prevedono. Telomeri più corti indicano anche una maggiore possibilità per un insufficienza del midollo osseo, malattie del fegato, malattie della pelle e malattie polmonari. Alder e altri scienziati hanno effettuato numerosi studi utilizzando i telomeri nel corso degli ultimi tre decenni, cercando di capire il modo di estendere la loro lunghezza e studiare le mutazioni al loro interno. Oggi, un team di ricerca ha trovato un altro collegamento a telomeri e malattie polmonari.

“Quando si nasce, i telomeri sono più lunghi. Quando si invecchia, si accorciano. Quello che abbiamo scoperto è che se si osservano i telomeri di persone con malattie polmonari, questi li possiedono più corti rispetto al resto di noi.”

Alder sta studiando le mutazioni genetiche che causano nelle persone i telomeri corti. Una recente ricerca, in collaborazione con il team di ricerca e sviluppo della Johns Hopkins University, pubblicata sul Journal of Clinical Investigation and Chest, ha scoperto che queste mutazioni sono collegati sia alla fibrosi polmonare che all’enfisema.

I telomeri sono la porzione terminale di protezione dei nostri cromosomi, un po ‘come il tappo di plastica sulla fine di una stringa. Ogni volta che una cellula si divide e si replica, il DNA a fine telomeri si accorciano. Poiché la divisione cellulare avviene per tutta la vita, i telomeri si accorciano e diventano man mano più brevi con l’età. Quando i telomeri si esauriscono, la cellula diventa inattiva o muore, il che porta alla malattia. Come vi avevo già detto alcuni scienziati hanno capito il modo di allungare i telomeri, tuttavia i telomeri che mantengono la loro lunghezza possono portare ad altre complicazioni come il cancro.

“Questa è una situazione definita Goldilocks. Quando la lunghezza dei telomeri è troppo corta di potrebbe avere una morte prematura del paziente, ma quando è troppo lunga si potrebbe ottenere malattie ben più gravi, perciò la lunghezza deve essere una via di mezzo.”

I risultati del gruppo di ricerca sulla enfisema, una delle principali cause di morte negli Stati Uniti, sono particolarmente importanti. I ricercatori hanno scoperto che una frazione di individui che sviluppano recidive dell’enfisema hanno mutazioni in uno dei geni responsabili del mantenimento telomeri. Dal momento che le mutazioni nei geni codificanti per i telomeri sono responsabili anche della fibrosi polmonare, i  risultati hanno dimostrato una correlazione tra le due patologie quando in precedenza erano considerate indipendenti. Il problema principale è che queste mutazione sono di carattere genetico e quindi vengono trasmesse di generazione in generazione.

“Le famiglie con mutazioni dei telomeri trasmettono ai figli questa mutazione. Con ogni generazione che passa la malattia peggiora, fino ad arrivare a morti premature. La maggior parte delle persone non si rendono conto che la malattia polmonare è la terza causa di morte negli Stati Uniti. La ricerca dei telomeri può essere utilizzata per la salute pubblica diretta nel settore delle malattie polmonari.”

La ricerca ha già dimostrato che i fumatori sono particolarmente soggetti per il rischio di malattie polmonari. Questa nuova ricerca potrebbe significare che le i fumatori con telomeri più corti, potrebbero essere sottoposti ad un rischio ancora maggiore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...