Secondo uno studio le “pennichelle” rafforzano le difese immunitarie di chi dorme poco

150210141734-large

Secondo un recente studio, pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism (JCEM) fare dei brevi pisolini nel corso della giornata può contribuire ad alleviare lo stress e rafforzare il sistema immunitario di persone che dormono poco durante la notte. La mancanza di sonno è attualmente riconosciuto come un problema di salute pubblica. Infatti, non dormire abbastanza può contribuire alla riduzione della produttività, nonché incidere sulla reattività di una persona, aumentando il rischio di incidenti stradali e industriali.

Lo studio afferma anche che le persone che dormono troppo poco hanno maggiore probabilità di sviluppare malattie croniche come l’obesità, il diabete, l’ipertensione e la depressione. Dai dati raccolti dall’Interview Survey National Health, si evince che tre su dieci adulti dormono una media di sei ore o meno per notte.

“I nostri dati suggeriscono che sono sufficienti 30 minuti di pennichella possono invertire l’effetto ormonale di una notte passata a contare le pecore. Questo è il primo studio che potrebbe ripristinare i neurotrasmettitori del sistema neuroendocrino e immunitario a valori normali.”

I ricercatori hanno utilizzato un cross-over randomizzato, disegnato per esaminare la relazione tra gli ormoni e il sonno in un gruppo di 11 uomini sani di età compresa tra 25 e 32. Gli uomini tra sono stati sottoposti a due sessioni di test del sonno in laboratorio, dove i pasti e la luce erano strettamente controllati. Durante una sessione, gli uomini sono stati limitati a due ore di sonno per una notte. Per l’altra sessione, i soggetti erano in grado di fare due pause da 30 minuti ciascuna per fare un pisolino, mentre il giorno dopo il loro sonno è stato limitato a due ore. Ogni sessione di tre giorni è iniziata con una serata in cui i soggetti hanno trascorso otto ore a letto, e si sono conclusi con una notte di recupero del sonno illimitata.

I ricercatori hanno analizzato l’urina e saliva dei partecipanti per determinare come quale concentrazione di ormoni del sonno fossero espulsi attraverso di essi. Dopo una notte di sonno limitata, gli uomini avevano subito un aumento dei livelli di noradrenalina,un ormone e neurotrasmettitore coinvolto nella risposta di lotta o fuga del corpo allo stress, pari a 2,5 volte i valori normali. La noradrenalina è responsabile dell’aumento della frequenza cardiaca del corpo, della pressione sanguigna e della glicemia. I ricercatori non hanno registrato nessun cambiamento nei livelli di noradrenalina, quando gli uomini hanno potuto fare dei riposini nel corso della giornata successiva.

La mancanza di sonno è in grado di influenzare anche i livelli di interleuchina-6, una proteina con proprietà antivirali, presenti nella saliva. I livelli, infatti, sono stati abbattuti dopo una notte di sonno limitato, ma sono rimasti nella norma quando i soggetti sono stati autorizzati alla pennichella. I cambiamenti suggeriscono che i riposini pomeridiani possono essere utili anche al sistema immunitario.

Riposare nel corso della giornata può aiutare a contrastare gli effetti dannosi prodotti dalla mancanza di sonno notturno, permettendo una ripresa del sistema immunitario e di quello neuroendocrino. Questo sistema permetterebbe di sviluppare strategie per combattere l’insonnia o sostituire il giorno per dormire, in persone che per lavoro non possono farlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...